Pensavo fosse amore invece era un cavolfiore.

Non potevo non scegliere un titolo vagamente, ma molto vagamente, romantico per la ricetta di oggi. E visto che la risposta ai colleghi che, guardando la mia schiscetta, chiedevano “Che buon profumo, come lo hai condito il tuo couscous?” è stata “Sembra… Ma…”, il titolo mi è balenato velocemente in testa.

Un esperimento, di quelli che a priori sei scettica, ma curiosa. Di quelli che ”vanno di moda”, che fanno molto “healthy style” e sotto sotto ti dici “Chissà!”

È partita così questa ricetta anche un po’ per necessità: poco in frigo e poco tempo per prepararmi il pranzo da portare al lavoro, visto che la pigrizia e il piumone avevano avuto la meglio su di me stamane.

Così… couscous di cavolfiore!

Occorrente:

Mixer e wok o padella antiaderente.

Ingredienti:

  • 200 gr di cavolfiore
  • 20 gr di cipollotto
  • 150 gr di asparagi
  • 120 gr di mazzancolle
  • 5 gr di semi di sesamo
  • 1 gr di wasabi (facoltativo)
  • 10 ml di salsa di soia a basso contenuto di sale
  • 5 ml di olio di sesamo

Procedimento:

Pulite e lavate bene il cavolfiore tenendo solo le testine ovvero la parte alta del fiore. I gambi potete metterli da parte e farli cotti un’altra volta (anzi se preferite potete farci questa gustosa tortina zebrata ⬇️

https://lapattyfbehealthybehappy.blog/2018/11/27/ma-ndo-vai-se-col-cavolfiore-un-dolce-tu-non-fai/).

Dopodiché tritate, non troppo finemente, nel mixer: il cavolfiore dovrà avere le dimensioni del couscous per intenderci.

Mescolate la salsa di soia con l’olio di sesamo e il wasabi.

Scaldate la padella o wok su fiamma senza olio. Versate il cipollotto, saltatelo qualche minuto, poi aggiungete gli asparagi tritati. Coprite e fate cuorere una decina di minuti, sfumate con il mix di condimento preparato prima. Mettete da parte gli asparagi.

Nella stessa padella saltate le mazzancolle e da ultimi i semi di sesamo.

Mescolateli al couscous di cavolfiore e condite con gli asparagi, le mazzancolle e la salsa di soia all’olio di sesamo e wasabi.

IMG_20190214_140654_052

Rispetto allo scetticismo iniziale, questo piatto alternativo è stato una piacevolissima sorpresa, un amore al primo assaggio: gustosissimo e con solo 275 calorie per questa gigante monoporzione.

E, anche se le farfalle nello stomaco io le sento solo per la fame, oggi chiudo l’articolo con un augurio a me stessa e a voi altri irriducibili single: cercatelo comunque l’Amore, quello vero, quello che fa patire e gioire, quello che chiede sottovoce piccole rinunce a favore della costruzione della coppia. E non abbiate paura se per trovarlo dovesse volerci una vita intera. Non arrendetevi, non accontentatevi e non innamoratevi, ma amate… Altrimenti si rischia solo di incaponirsi per un pensiero dell’amore.

Happy Valentine’s day ♥️

“Un pensiero senza Amore è un veliero senza vento. Puoi lucidarne la superficie, ammirarne le forme. Puoi persino spingerlo a fatica per qualche metro, ma non approderai da nessuna parte.

-Massimo Gramellini-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...